Personale docente

Giulia Buodo

Professore associato confermato

M-PSI/08

Indirizzo: VIA VENEZIA, 8 - PADOVA . . .

Telefono: 0498277476

E-mail: giulia.buodo@unipd.it

  • Il Martedi' dalle 15:30 alle 17:30
    presso Dipartimento di Psicologia Generale, Via Venezia 8 (quarto piano)

Variabili psico-fisiologiche implicate nell’uso problematico di Internet/social social networking sites

ELABORATI TRIENNALI
E' possibile svolgere un elaborato (di tipo bibliografico oppure relativo ad una ricerca empirica) su argomenti inerenti il disturbo da uso di Internet/Social Network.
Ai laureandi interessati, indipendentemente dal tipo di elaborato, verrà richiesto preliminarmente di stendere una breve relazione sullo specifico tema concordato con la docente, in cui inquadrare il tema stesso facendo riferimento alla letteratura scientifica recente. Poiché la letteratura di riferimento è quasi esclusivamente in lingua inglese, è necessaria una conoscenza della lingua che permetta di comprendere (ed eventualmente produrre) testi scientifici complessi.
La stesura di un elaborato bibliografico prevede una sintetica analisi critica della letteratura scientifica relativa al tema oggetto dell’elaborato e non un resoconto puramente descrittivo dello stato dell’arte.
La possibilità di svolgere una tesi sperimentale è legata alla tipologia e alle tempistiche dei progetti di ricerca che vengono attivati dalla docente nel corso dell'anno.
Relativamente ai lavori di natura empirica, è richiesta una sufficiente familiarità ed autonomia (presente o da acquisire nel corso del lavoro sperimentale) nella conduzione di analisi statistiche (per es., statistiche descrittive, regressione, analisi della varianza).

TESI MAGISTRALI
E' possibile svolgere una tesi bibliografica su argomenti inerenti il disturbo da uso di Internet/Social Network, nel contesto delle Neuroscienze delle emozioni e della Psicofisiologia clinica.
La stesura di una tesi bibliografica prevede un’articolata analisi critica della letteratura scientifica relativa al tema oggetto della tesi e non un resoconto puramente descrittivo dello stato dell’arte.
La possibilità di svolgere una tesi sperimentale è legata alla tipologia e alle tempistiche dei progetti di ricerca che vengono attivati dalla docente nel corso dell'anno.
Relativamente ai lavori di natura empirica, si richiede una buona familiarità ed autonomia (presente o da acquisire nel corso del lavoro sperimentale) nella conduzione di analisi statistiche (per es., statistiche descrittive, regressione, analisi della varianza) e sufficiente motivazione ad apprendere, se necessario, ulteriori approcci statistici. Si richiede inoltre una conoscenza (presente o da acquisire nel corso del lavoro sperimentale) di software per la programmazione di esperimenti di laboratorio/survey online e/o per la registrazione/analisi di dati psicofisiologici.
Se il lavoro di ricerca prevede la registrazione di indici psicofisiologici è richiesta una conoscenza preliminare della psicofisiologia e un’assidua frequenza in laboratorio, preceduta da un training formativo.
Indipendentemente dal tipo di tesi, verrà richiesto preliminarmente di stendere una breve relazione sullo specifico tema concordato con la docente, in cui inquadrare il tema stesso facendo riferimento alla letteratura scientifica recente. Poiché la letteratura di riferimento è quasi esclusivamente in lingua inglese, è necessaria una conoscenza della lingua che permetta di comprendere (ed eventualmente produrre) testi scientifici complessi.

Il ricevimento in presenza è annullato fino a data da destinarsi.
E' possibile concordare un colloquio via Zoom scrivendo una mail a giulia.buodo@unipd.it, in cui deve essere indicato il motivo della richiesta. Gli appuntamenti verranno concordati esclusivamente per i martedì in orario 15.30-17.30.