Emianopsia

EmianopsiaUna lesione nella zona occipitale dell’encefalo, quella parte del cervello deputata alla prima analisi delle informazioni visive, comporta la perdita di metà campo visivo, nella parte opposta alla zona della lesione. Questa condizione è conosciuta come EMIANOPSIA OMONIMA. L’emianopsia riduce la qualità della vita e aumenta l’insicurezza perché comporta difficoltà nell’esplorare l’ambiente circostante, deambulare soli e condurre attività quotidiane piacevoli come leggere un libro o guardare un film in televisione. La maggior parte dei trattamenti si limita alla compensazione del difetto visivo, per esempio con lenti prismatiche. Alcuni laboratori Europei ed il laboratorio NeuroVis.U.S. dell’Università di Padova adottano nuovi protocolli riabilitativi neurocomportamentali i cui effetti possono essere potenziati se abbinati alla stimolazione elettrica transcranica. Queste tecniche potenziano la risposta dei neuroni sopravvissuti all’insulto nell’area danneggiata, oppure reclutano quelli sani con simili proprietà di altre aree (Casco et al., 2018).

Per saperne di più sui trattamenti riabilitativi neurovisivi: