Living well with dementia . Vivere bene con la demenza

Responsabile scientifico
Prof.ssa Erika Borella

Periodo di svolgimento
3 dicembre 2021

Obiettivi

  • Fornire le conoscenze teoriche di base e gli strumenti operativi e tecnici per condurre dei gruppi per persone con demenza (anche con esordio precoce) seguendo il programma "Vivere bene con la demenza". Questo è finalizzato ad aiutare le persone con una diagnosi di demenza a parlare più apertamente della loro diagnosi ma anche di offrire uno spazio supportivo e sicuro per costruire le risorse necessarie ad affrontare la loro nuova realtà; approfondire il ruolo che gioca il gruppo di supporto psicosociale per facilitare l'adattamento alla diagnosi di demenza e intraprendere i più adeguati percorsi per mantenere e assicurare una buona qualità di vita.
  • Dare la possibilità agli aspiranti facilitatori del programma "Vivere bene con la demenza" anche di esplorare gli aspetti emotivi e sociali che facilitano o impediscono il lavoro di conduzione.

Destinatari
Il corso è rivolto a psicologi che già lavorano nei CDCD o in altre strutture private/convenzionate così come a psicologi in formazione (inclusi gli studenti di psicologia – e master -, specializzandi) interessati a lavorare in ambito clinico postdiagnostico in merito al disturbo neurocognitivo e delle demenze. Possono altresì partecipare anche altri operatori sociosanitari con maturata esperienza nel campo dell'assistenza alle persone con demenza.

Metodologie formative
Lezioni frontali teoriche a distanza e in presenza; esercitazioni singole e di gruppo, per stimolare la riflessione personale e lo scambio di competenze e buone prassi; compiti da svolgere in modalità asincrona per l'approfondimento applicativo delle lezioni teoriche.

Contributo di iscrizione
150 €

Modalità di iscrizione
Le iscrizioni saranno attive dal 25.10.2021
Per l'iscrizione cliccare qui
Il pagamento della quota è richiesto in forma unica. La quota sarà rimborsabile solo in caso di non avvio del corso per mancanza raggiungimento del numero: min 8 iscritti  - max 25 iscritti.

Per informazioni
master.invecchiamento@unipd.it

Strutture per il corso
Piattaforma Zoom e aule di Via Venezia 12, Scuola di Psicologia, Padova

Docenti

Docenti d'Ateneo: Erika Borella

Docenti esterni:

  • Samantha Pradelli, Dirigente Psicologa, Cure Primarie - AULSS 7 Pedemontana, o Livia Wright psicoterapeuta cognitivocomportamentale, Associazione Novilunio APS
  • Cristian Leorin, Presidente, Associazione Novilunio APS
  • Eloisa Stella vicepresidente Associazione Novilunio APS
  • Richard Cheston, Professore di Ricerca sulla demenza all'Università del West of England

Programma

  • Modulo 1: Il Corso "Vivere bene con la demenza": obiettivi e contenuti
    Nel corso di questo modulo verrà discusso il nuovo contesto sociale e clinico che ha creato il bisogno di progettare il modello "Vivere bene con la demenza" e saranno presentati gli obiettivi, gli strumenti e i contenuti dell'intervento (8+2 sessioni del modello). Saranno discusse le tecniche proposte dal modello per effettuare il lavoro di gruppo. Verranno condivise le buone pratiche per promuovere il gruppo, selezionare i partecipanti e preparare il setting di ogni incontro, presentati alcuni materiali di supporto prodotti insieme ai partecipanti dei gruppi. Saranno presentate le esperienze di chi ha condotto tale programma sia in presenza che online sia in ambito istituzionale, che in ambito associativo. Verranno discussi pro e contro delle due modalità di incontro.
  • Modulo 2: Laboratorio esperienziale
    Questo modulo prevede un laboratorio esperienziale, in piccoli gruppi, in cui i partecipanti avranno modo di discutere e sperimentare gli aspetti emotivi e pratici dei diversi moduli del corso. Saranno condivise, analizzate e commentate le trascrizioni di incontri di gruppo condotti dai relatori in cui sono emersi criticità e strategie utili di facilitazione. Ogni partecipante
    avrà quindi la possibilità di porsi nel ruolo del facilitatore e quindi sperimentare modalità di
    interazione, risposte da formulare e promossa la capacità critica nella formulazione dell'intervento. Da questo confronto e adottando un approccio di codesign, verranno successivamente elaborate insieme le buone pratiche da adottare nei gruppi.