FAQ

Il Master rilascia ECM?

No, il Master non rilascia ECM. Tuttavia, la partecipazione al Master consente l'esonero dall'ottenimento dei crediti ECM per l'anno di iscrizione.


È prevista la frequenza obbligatoria?

Si, la frequenza delle ore di attività didattica è obbligatoria per almeno l’80% del monte ore totale (ovvero almeno 240 ore sul totale di 300). Pertanto, le ore di assenza non devono superare il 20% del monte ore totale (ovvero fino a un massimo di 60 ore). 


Come vengono conteggiate le ore di assenza?

La frequenza verrà certificata mediante apposizione della firma su specifici registri al momento di inizio e fine di ogni mezza giornata di lezione e, per i weekend online, il Tutor verificherà la presenza in più momenti nel corso della giornata. Verranno considerate presenti le persone che avranno la webcam accesa per tutto il corso della lezione. In caso di entrata posticipata o uscita anticipata rispetto all’orario previsto per le lezioni, la/il corsista non sarà considerata/o assente per l’intera giornata, bensì verranno conteggiate soltanto le ore di effettiva assenza. 


È possibile seguire da remoto le lezioni delle settimane intensive?

No, le lezioni delle tre settimane intensive del Master sono erogate unicamente in presenza presso il Dipartimento di Psicologia Generale dell'Università degli Studi di Padova o l’Istituto per Servizi di Ricovero e Assistenza agli Anziani (I.S.R.A.A.) di Treviso. Sarà possibile partecipare alle lezioni a distanza (tramite piattaforma Zoom) solo in caso di comprovati motivi di salute (ad esempio, isolamento per covid).


I materiali presentati dai docenti durante le lezioni saranno messi a disposizione delle corsiste e dei corsisti?

Si, le slide ed eventuali altri materiali mostrati a lezione saranno condivisi con le corsiste e i corsisti tramite Moodle, la piattaforma di e-learning utilizzata dall’Ateneo di Padova. Si tratta di uno strumento didattico, con accesso e utilizzo interamente web, che supporta la tradizionale didattica d'aula e permette al personale docente di pubblicare e rendere accessibile a corsiste e corsisti il materiale didattico delle lezioni, di veicolare comunicazioni, pubblicare informazioni relative al corso e alle lezioni, assegnare attività, esercitazioni, test e altro ancora. La piattaforma Moodle è dotata di accesso tramite single sign on che consente di utilizzare le credenziali istituzionali. 


Dove è possibile svolgere il tirocinio formativo?

L’Ente prescelto può essere ubicato sull’intero territorio nazionale, purché sia convenzionato con l’Università di Padova. Qualora non lo fosse, si renderebbe necessario stipulare una nuova convenzione di durata quinquennale tra Ente ospitante e Università di Padova. È possibile verificare la posizione dell’Ente rivolgendosi all'Ufficio Stage e Career service. In alternativa, è possibile verificare se l’Ente sia già convenzionato al momento della compilazione del progetto formativo di tirocinio (solo dopo iscrizione al Master), accedendo alla propria area personale del Portale Unipd Careers e inserendo l’indirizzo dell’Ente prescelto. Qualora infatti l’Ente fosse già convenzionato, il sistema renderebbe visibile il numero di convenzione dell’Ente e la data di stipula della stessa.


È possibile svolgere il tirocinio formativo in contemporanea al tirocinio post-lauream?

Per coloro che stiano svolgendo già il tirocinio post-lauream professionalizzante (1000 ore) è possibile effettuare anche il tirocinio del Master nella stessa struttura, previa aggiunta di ulteriori 300 ore di lavoro e definizione di un progetto formativo differente, purché attinente all’ambito della psicologia dell’invecchiamento.


È possibile svolgere il tirocinio formativo presso il proprio luogo di lavoro?

Il tirocinio formativo del Master può essere svolto presso il proprio luogo di lavoro, purché si attesti che le attività svolte siano differenti dalle mansioni abituali e attinenti all’ambito della psicologia dell’invecchiamento.


È necessario avere un tutor per il tirocinio formativo? 

È obbligatorio che ciascun corsista abbia un tutor per il proprio tirocinio (tutor aziendale), che possa attestare il numero di ore effettuate e supervisionare le attività svolte. Ciò è valido anche per coloro che sono già iscritti all’Albo, che lavorano privatamente o presso Enti o che sono loro stessi tutor di qualcun altro. Il tutor dell’Ente non dovrà essere obbligatoriamente uno psicologo (potrà essere il direttore della struttura, un geriatra, un neurologo o qualunque altra figura professionale attinente alle attività di tirocinio).


È obbligatorio avere un relatore per la tesi del Master?

Non è obbligatorio avere un relatore per la tesi, sebbene sia caldamente consigliato soprattutto nei casi di tesi sperimentali.